Se il testimone non è certo di poter assicurare la propria presenza, che sarà stata richiesta almeno un mese prima della fatidica data, deve avvertire il prima possibile gli interessati e, declinando la cortese offerta, li dovrebbe pregare di destinare il suo compito ad altre persone; è molto imbarazzante il caso di coloro che non accettano né rifiutano la richiesta, dicendo che solo la settimana precedentemente il giorno fatidico potranno confermare la propria presenza, chiedendo di “tenere in serbo” qualche fratello o sorella per rimpiazzarli all’ultimo istante.

Per quanto riguarda gli sposi, quale sia l’età e il rango della persona che scegliete, è bene avanzare la vostra richiesta almeno un mese prima della data delle nozze, ciò per ovvi motivi di praticità, ma anche perché i prescelti non abbiano, appunto, la sgradevole impressione di essere… supplenti!


Questa voce è stata pubblicata in documenti e testimoni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.