L’articolo di oggi ci porta a parlare di musica con Lillo, uno che di musica per matrimoni si occupa da tanto tempo e ha fatto di una passione un lavoro.

1) Cosa differenzia il tuo lavoro da quello di altri professionisti della musica per matrimoni?

Del mio lavoro adoro tantissimo stabilire una sintonia umana con gli sposi e con gli nvitati, che vada ben oltre il freddo rapporto professionistico “azienda-cliente”. Per ottenere  questo, ho predisposto una sorta di “intervista-telematica” fatta di domande che riguardano gli sposi (gusti musicali su ascolto e ballo, età, professione, storia d’amore), caratteristiche della sala (postazioni da montare, presenza di filodiffusione), caratteristiche degli ospiti (età media, parenti particolari, presenza o meno di tutti i genitori). Questo mi permette di far parte davvero della festa, vivendo ogni fase del matrimonio con entusiasmo e passione.

2) Quanti matrimoni riesci a fare al mese? Quale mese preferisci per suonare nei matrimoni?

Lavorando in tutta Italia, non è sempre facile ottimizzare il calendario date poiché spesso le trasferte portano via mezza giornata, tuttavia in piena sicurezza e tranquillità riesco a fare da 6 a 12 matrimoni al mese. Il mese che preferisco è giugno poiché mi ci son sposato
anch’io :-) non fa troppo caldo né all’arrivo degli ospiti né al taglio della torta.

3) Qual’è il costo medio dei tuoi servizi?

Premesso che il costo medio del mio servizio musicale varia in base:

  1. alla formazione scelta (singolo, duo, trio o quartetto)
  2. ai servizi scelti (musica live, dj set, animazione per balli di gruppo, animazione per bambini con mascotte, service audio-luci per tutto il matrimonio o per parte di esso)
  3. alla data dell’ingaggio (se trattasi di sabato, se trattasi di matrimonio d’inverno)
  4. al tempo che intercorre tra la conferma d’ingaggio e la data del matrimonio

Il costo medio dei miei servizi va da 500 a 1000 euro incluso IVA, ENPALS, TRASFERTA, ATTREZZATURA per tutte le postazioni eventualmente necessarie

4) Come si può bilanciare il desiderio di buona musica con ristrettezze economiche?

Scegliere una formula tipo “DUO” uomo-donna (in modo da ricoprire un repertorio più vasto e accontentare più gusti musicali), ingaggiare artisti poliedrici, che ricoprano più ruoli artistici: Musicista/dj, Cantante/ballerina, ecc. (in modo da risparmiare sia sull’ingaggio che sui coperti da pagare alla sala!) farsi dettagliare le voci di costo che costituiscono il prezzo e le caratteristiche del servizio (in modo da poter operare una scelta più consapevole tra i vari gruppi) in caso di vostra insoddisfazione sulla qualità generale del servizio (stonature, sgarbi o fastidi arrecati agli ospiti, comportamenti o abbigliamenti inadeguato all’impronta assegnata al ricevimento, non coerenza della performance rispetto a quanto indicato nel preventivo dettagliato) DOVETE SEGNALARE SUBITO il tutto durante il matrimonio e poi in fase di pagamento, far valere sempre le proprie ragioni (questi ultimi due punti valgono per tutti i servizi di cui usufruirete durante il matrimonio).

Ringraziamo Lillo per la sua disponibilità e il suo forte spirito d’iniziativa. Per ulteriori informazioni sulla sua persona e servizi potete visitare il suo sito www.lillostrillo.it.

Voi che esperienze avete avuto con i musicisti?


Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.