Qualche anno fa ho partecipato ad un matrimonio italo-svedese di una mia cara amica. La cosa che più mi ha fatto sorridere sono stati i segnaposti.

Piccoli sassi, con un lato levigato e il nome di ogni invitato scritto sopra. dietro al sasso era riportato un numero, il numero dell’invitato.

Il numero, a sua volta, era riportato nel “”libretto degli sposi””, un piccolo manualetto dove ogni persona presente al grande giorno era descritta con un paio di caratteristiche personali che la potevano far distinguere dal resto degli invitati.

Le pietruzze erano disposte sui tavoli con i numeri in modo crescente, così che gli invitati potessero trovare facilmente il loro posto e allo stesso tempo individuare gli altri presenti attraverso il loro numero, nome, e la loro caratteristica particolare, e conoscerli.

Un gioco simpatico, divertente e soprattutto che ha fatto sentire ogni invitato benvoluto e atteso. Per chi non conosceva nessuno, un buon modo di conoscere i presenti e sorridere con loro delle proprie caratteristiche.

Conservo ancora la pietra col mio nome e il libretto degli sposi dove sono descritta anche io. Un ricordo troppo particolare e personale per essere “archiviato”.

Gli unici aspetti difficili di questi segnaposti sono proprio i presupposti: conoscere ogni invitato ed essere in grado di descriverlo simpaticamente, essere certi che verrà al matrimonio e saperlo in anticipo, in modo da stampare libretto e preparare i segnaposti per tempo!

Anche voi avete pensato a segnaposti particolari? volete lasciare qualcosa che vi contraddistingua?


Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.