Cari lettori, oggi ci occupiamo di una coppia già parecchio famosa, che si sta dando da fare per aiutare altre coppie in erba di sposi sponsorizzati e che ormai è navigata nella ricerca di aiuti, benefit e sconti in cambio di pubblicità.

Mi hanno specificato quanto sia importante per loro che nell’intervista “passino alcuni messaggi di base su questa iniziativa quali l’aspetto sociale e il fattore risparmio e non scrocco!“.

Sulla base di questa richiesta molto cristallina, lascio la parola proprio a loro e li ringrazio per la loro disponibilità e sincerità: Elisa e Gianluca!

1. Da quanto vi conoscete e come è nata la vostra storia d’amore?

Ci siamo conosciuti a lavoro, siamo entrambi impiegati alle ferrovie, ci conosciamo dal 2004 ma solo nel 2009, ci siamo resi conto di essere innamorati e abbiamo deciso di voler passare la vita insieme, entrambi reduci da esperienze affettive risoltesi in maniera negativa.

2. Quando avete deciso di sposarvi, come e quale sarà la data fatidica?

Trascorso un 2010 non propriamente propizio, dati alcuni problemi di salute miei e di Gianluca, abbiamo avuto, per la prima volta, la consapevolezza che la vita è veramente un soffio…e cosi dopo 2 anni di fidanzamento di cui 1 di convivenza, abbiamo deciso di fare il grande passo, ma, dato l’acquisto di casa e altre pesanti spese, con pochi soldi e tanta buona volontà ed ottimismo, ha preso piede in noi l’idea del matrimonio con lo sponsor.
La data scelta, per noi sotto vari aspetti molto speciale, sarà il 13 maggio 2012!

3. Quando avete deciso di sposarvi con lo sponsor e quale è stata la vostra prima ispirazione?

Abbiamo sentito in televisione di Elisa e Walt una coppia di Milano che sposerà a Giugno di questo anno… l’idea ci è sembrata geniale, su Roma siamo stati i primi e ad oggi sta diventando un’iniziativa stupenda anche dal punto di vista sociale.
Più che una moda o una tendenza (come è stata definita da alcuni) noi la stiamo vivendo più come una dimostrazione, da parte di noi giovani, che vogliamo reagire alla crisi, lottare contro le speculazioni e comunque far muovere l’economia tornando alle più semplici basi del commercio “baratto” e “passaparola”!

4. Come hanno reagito parenti ed amici sentendo della vostra idea?

Molto è dipeso dalle fasce di età
I più giovani (20/50 anni) hanno capito l’idea e ci stanno aiutando condividendo il link del nostro blog sulle loro pagine private dei vari social network.
I non troppo giovani (dai 50 in su) non saprebbero spiegarti nei dettagli come funziona la cosa, ma ne hanno capito il principio: scambio pubblicità-sconto. Inoltre ci aiutano nel loro piccolo indicandoci ad esempio una location dove hanno mangiato bene che secondo loro è da contattare piuttosto che l’ingrosso di bomboniere ecc.senza poi dimenticare  che ci seguono e accompagnano nelle scelte più importanti tipo l’abito da sposa….

5. Come avete messo in pratica la vostra decisione, ovvero, da dove avete iniziato?

Il 20 febbraio 2011 abbiamo creato il blog http://sembraimpossibilemacisposeremo.blogspot.com iniziando a contattare i fornitori (trovati molto semplicemente con un motore di ricerca).
Abbiamo inviato loro una e-mail di presentazione dell’iniziativa, in soldoni proponendo loro, sul nostro blog e sulla pagina Facebook “Elisa e Gianluca” , uno spazio pubblicitario gratuito chiedendo in cambio, a loro discrezione, sconti o benefits; poi siamo passati all’attacco delle testate giornalistiche “il Messaggero”, ad esempio, che ha raccolto subito il nostro invito dedicandoci un articolo come primo matrimonio con lo sponsor di Roma, poi i portali a tema, i giornali indipendenti e poi eccoci qui, ad oggi oltre 6300 contatti in 3 mesi … niente male no????

6. Vi siete rivolti ad amici o avete fatto tutto da soli?

Dei nostri attuali sponsor solo la sezione “acconciatura sposa” è stata affidata ad una carissima amica oltre che bravissima parrucchiera.
Il  resto sono tutti estranei che sono diventati in questi 3 mesi compagni di avventura.

7. Come avete impostato il vostro blog?

Semplice, dinamico, e soprattutto non monotematico
Parlare solo di matrimonio ci sembrava noioso, cosi abbiamo deciso di parlare anche dei nostri viaggi, di ricette, di libri, insomma di tutti i nostri interessi.
Ultimamente stiamo dedicando molto spazio alle nuove coppie di tutta Italia, che ci contattano per avere consigli e contatti utili … come Simone e Valentina, che voi conoscete bene, o Chiara e Alfredo, Teresa e Giuliano che addirittura sposeranno del 2013, Sergio e Stella con un doppio matrimonio Italia/Ukraina, Marco e Mariangela e tante altre ( tutti i loro contatti sul nostro blog se volete intervistare anche loro vi ringraziamo già a loro nome per la visibilità che gli darete!)

8. Quanto avete impiegato per “diventare famosi”?

Poco, come ti dicevo i numeri del blog e i risultati ottenuti ad oggi parlano da soli.
Non pensavamo che ci fosse così tanta gente pronta a seguirci ed aiutarci.

9. Cosa si prova ad essere in TV, alla radio o sui giornali proprio perchè avete deciso di sposarvi con lo sponsor?

E’ divertente, un po’ imbarazzante ma soprattutto utile! Sia per noi dal punto di vista del risparmio visto che ci pagheremo tutto di tasca nostra, sia per i nostri sponsor che ottengono la visibilità “promessa”, sia e soprattutto per le nuove coppie che vorranno realizzare il loro matrimonio seguendo questa iniziativa.
Ci tengo a precisare una cosa a tale riguardo:
I nostri sponsor, come tutti i probabili sponsor per le altre coppie,  sono dei commercianti o artigiani, ma in primo luogo sono persone che lavorano e pertanto meritano e devono essere pagate pertanto il “matrimonio con lo sponsor” per come lo intendiamo noi, non è un modo per non pagare o per farci pagare il matrimonio, ma solo un mezzo di scambio per contenere i costi!
Ci sono coppie, in Italia e all’estero che hanno aperto dei conti correnti per far versare delle quote agli sponsor ed in base alle stesse gli dedicano più o meno spazio sui siti, altri vorrebbero tutto gratis, noi invece suggeriamo di lasciare libertà al fornitore di fare un’offerta di sconto o benefits, poi valutare e decidere.

10. Avete qualche modello estero al quale vi riferite?

No, sappiamo che ci sono stati molti matrimonio con lo sponsor in USA e Francia, ma non abbiamo voluto studiare troppo su questa cosa, vogliamo che sia spontanea.

11. Quali sono le cose sponsorizzate che pensate / sperate di ottenere?

In realtà molto lo abbiamo già ottenuto…noi avremo quasi 200 invitati al nostro matrimonio, quindi è facilmente intuibile che la spesa più grande sarà quella della ristorazione, ma ad oggi abbiamo già un’idea ben precisa di quale sarà lo sponsor “location”… ovvio non sarà come offrire una pizza, ma rispetto ai prezzi trovati in giro siamo su un importo onesto in cambio di una qualità del cibo e una bellezza del posto molto alta (risparmiando circa 10.000 € solo su questo settore). Manca solo di portare i genitori a vedere per l’approvazione “estetico/culinaria”.
L’abito da sposa, sposo, genitori e damigella, direttamente in fabbrica, a parlare con la stilista e le sue assistenti ( altro sponsor deciso settimana scorsa e a breve sul blog ) con risparmio del 40% su quelli degli sposi e del 20% su gli altri.
Il fotografo e il fiorista sono solo da confermare.
Poi ci sono quelli già pubblicati sul nostro blog :
– la nostra organizzatrice di eventi, che è anche una scrittrice e poetessa, ci sta curando tutta la parte chic e formale del ricevimento, il tema del tableau ecc…
– le bomboniere in parte grazie ad una fabbrica e il confezionamento grazie ad un ingrosso dove la scelta più difficile è quale gusto di confetto assaggiare…
– La truccatrice professionale per sposa e parenti a prezzi veramente assurdi
– Qualche nostro capriccio come le wedding cameras, le sky lantern e le caricature…

(vi rimandiamo al blog di Elisa e Gianluca per scoprire in dettaglio chi e come li sta sponsorizzando!)
Insomma ora mancherebbero, le fedi, il viaggio di nozze, la musica per la chiesa, l’auto a noleggio e stop… poi bisogna solo attendere che arrivi quel giorno.

12. Cosa consigliereste a chi si lancia su questa strada che avreste voluto fosse consigliato a voi prima di partire?

Di dedicarsi ai rapporti umani… non è un mero scambio commerciale quello che si instaura con gli sponsor, è un rapporto di fiducia, basato sull’empatia, sulla correttezza e sul rispetto delle esigenze di entrambi.

13. Un’ultima cosa: ci mandereste una vostra foto e il link del vostro blog in modo che la vostra storia sia collegata a dei visi e i nostri lettori possano trovarvi, conoscervi meglio e magari ispirarsi a voi?

Siamo a disposizione di tutti!!!!

http://sembraimpossibilemacisposeremo.blogspot.com

Elisa e Gianluca elisaegianluca@gmail.com su fb Elisa e Gianluca (con una foto di Venezia al tramonto) e sul gruppo “ Quelli che si sposano con gli sponsor!

Salutiamo quindi Elisa e Gianluca con i nostri migliori auguri un grande grazie per la loro intervista veramente dettagliata!

E ricordiamo che anche per viacolvelo, l’ottica del matrimonio con sponsor è incoraggiata per poter portare avanti la nostra idea che l’economia può essere cambiata e aiutata attraverso lo scambio di servizi lowcost e l’incremento così di domanda, offerta e spesa affrontata in modo positivo!


Questa voce è stata pubblicata in SponsorColVelo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.